Ragusa, IT, 15 luglio 2020 – “Ringraziamo l’Onorevole Giorgio Assenza perché questo DDL segna l’inizio del Risorgimento agricolo della Sicilia”.

Così Sergio Martines, CEO Canapar Corp., commenta la proposta di legge per sostenere la filiera agroindustriale della cannabis Sativa, depositata ieri dal Presidente del Collegio dei Questori.

“Questo è l’esempio di una chiara volontà politica che intende sostenere, da una parte, l’agricoltura e, dall’altra, l’industria verde a emissioni zero”, continua Sergio Martines. “La Sicilia ha attraversato momenti critici, l’agricoltura e l’industria hanno subito una imponente fase di stallo, ma questo è il momento della ripartenza, della ripresa agricola e industriale. Lo chiedono gli agricoltori, lo chiediamo noi, perché Canapar, nata dalla fiducia di importanti investitori esteri, ha scommesso moltissimo su questa terra e questa proposta di legge offre la possibilità alla Sicilia di creare un vantaggio competitivo rispetto al resto d’Europa. Grazie a questo DDL, possiamo ulteriormente aprirci al mercato internazionale e impegnarci a coltivare in Sicilia, perché vogliamo che questa Regione diventi il centro europeo nella trasformazione della canapa industriale, trascinando positivamente il settore agricolo e generando un impatto economico-finanziario, sociale e ambientale favorevole per tutta la filiera. L’oggi è decisivo per il domani, e la Sicilia non può e non deve perdere l’opportunità di diventare il centro di riferimento per il settore agroindustriale della canapa”, conclude Sergio Martines.

Canapar

Canapar Srl è la filiale italiana con sede a Ragusa e ha l’obiettivo di sviluppare ed implementare la diffusione della canapa industriale in Italia ed in Europa. Il fine è quello di ottimizzare la coltivazione ed i processi di estrazione relativamente alla produzione dei principi attivi utili al mercato cosmetico, farmaceutico e nutraceutico. Per far ciò, Canapar ha creato una solida rete di agricoltori nel sud Italia e ha stabilito una partnership con il Dipartimento di Agricoltura, Alimentazione e Ambiente dell’Università di Catania per lo sviluppo della tecnica colturale e l’individuazione delle varietà di canapa industriale più adatte al clima mediterraneo.